Ciao PlayLover,

Nell’articolo di oggi vorrei sfatare alcune convinzioni fuorvianti che sono fissate con grande forza nella mente di molti uomini: “le donne sono stronze”, “le ragazze se la tirano”, “le ragazze non apprezzano quello che fai” … e così via.

Ma le donne sono realmente “stronze” o sei tu che, più semplicemente, non ci sai fare?

Le frasi citate in precedenza sono solo alcune di quelle che sentiamo pronunciare puntualmente dai nostri studenti all’inizio di ogni corso dal vivo.

La mia risposta è sempre la stessa: “Sono le ragazze ad essere stronze o voi ad essere tutti uguali?”. Ora mettiti per un attimo nei panni di queste poverette…

Le ragazze (carine o meno belle) vengono approcciate praticamente sin dall’inizio delle scuole medie (le elementari non le contiamo), vedendone di TUTTI i colori. I ragazzi con i quali hanno a che fare dalle medie in poi non hanno nessun tipo di tatto, di sensibilità, di savoir faire e brillantezza.

Al contrario finiscono sempre per “provarci” in maniera goffa, ripetitiva e alle volte squallida. A quel punto le ragazze, che nella loro vita ahimè ne hanno viste di cotte e di crude, per TUTELARSI si chiudono a riccio dando anche risposte acide o presunte tali.

La loro non è cattiveria. Anzi, forse è proprio l’opposto, è disperazione! Disperazione perché l’uomo nel 2017 non è in grado di:

  • Stuzzicare la sua curiosità;
  • Creare conversazioni appaganti e intelligenti che non si basino solo su: “Cosa fai nella vita?”, “Quanti anni hai?”
  • Farla sentire desiderata;
  • Saperla corteggiare come DIO comanda;
  • Riuscire anche tramite WhatsApp a farla emozionare e tenerla incollata allo schermo.

Niente di tutto questo. Migliaia, milioni di uomini che ci provano in ogni momento e da ogni angolo tutti con lo stesso identico, frustrante modus operandi. Tu, se fossi in loro, non ti scocceresti?

Come detto al nostro seminario dal vivo: “Le ragazze nel corso della loro vita a causa dell’elevato numero di approcci ai quali devono far fronte, sviluppano una sorta di Schema Comportamentale, una sorta di Pilota Automatico Stronzo con il quale interagire quando percepiscono che davanti hanno l’ennesimo maschio medio”.

Il tutto ovviamente si risolve in un nulla di fatto. La ragazza di personaggi così ne ha visti un milione, quindi ti cestinerà. E tu le darai della stronza, o forse peggio.

Stampati nella testa questo concetto: La ragazza cerca e vuole il “miglior partito”, l’uomo diverso dalla massa, cioè non una delle tante pecore del gregge.

Lei non è stronza, è esigente! Come lo saresti anche tu se fossi nella sua situazione. Di seguito alcune regole da tenere a mente per colpire una ragazza e regalarle il sogno che si merita.

1. Basta complimenti - usa la testa

Per carità tutte le ragazze, anzi tutti gli esseri viventi amano ricevere complimenti, quindi di per sé il concetto non è sbagliato. È sbagliato quando basi il tuo tentativo di conquistare la tua principessa ripetendo costantemente quanto sia bella, quanto sia meravigliosa, quanto sia divina, ecc.

Capisci che lei, essere vivente molto arguto e sensibile, si stancherà al terzo complimento, perché vorrà qualcosa di più costruttivo! Usa la testa, crea una conversazione che la coinvolga emotivamente e che ti faccia apparire come (FINALMENTE) uno diverso da tutti quelli che ha incontrato.

Questo è parte di quello che facciamo ai nostri corsi dal vivo. Ti mostriamo la via per migliorare prima di tutto te stesso e in seconda battuta migliorare gli attimi, i momenti e le emozioni che regalerai alla ragazza.

Donne Stronze: Basta Complimenti

2. Decisione

Io dico sempre che la decisione è la madre di tutte le abilità. Le ragazze sono arcistufe di avere a che fare con uomini che non prendono mai una posizione, che non si espongono e che parlano solo attraverso uno schermo.

Lei si merita molto di più di un freddo schermo a cui affidare ciò che pensi. Per questo, in ogni tua frase e ogni tuo gesto mettici maggiore DECISIONE.

La ragazza apprezza molto di più un ragazzo sicuro (non sbruffone eh) rispetto ad uno bello come Brad Pitt. Poiché se sei bello ma non balli non vai lontano. Se sei meno bello ma hai una personalità, fa tutta la differenza del mondo.

3. La ragazza apprezza un uomo che cerca di migliorarsi

In anni di corsi dal vivo, tantissime sono le leggende metropolitane che serpeggiano quando si parla dei nostri corsi. Molti, ovvero gli stessi del “Quanti anni hai?”, “Cosa fai nella vita?”, definiscono i nostri corsi per “sfigati”.

Sfigati a nostro avviso sono quelle persone che:

  1. Non hanno idea di come rendere felice una donna;
  2. Non sanno scrivere più di tre messaggi di fila ad una donna;
  3. Non sanno incuriosirla, finendo ovviamente cestinati;
  4. Non hanno il coraggio di dirle quello che pensano.

Ai nostri seminari e nella nostra esperienza di istruttori abbiamo conosciuto tantissime donne delle più disparate età ed estrazione sociale (dalla studentessa alla manager in carriera, alla casalinga). Tutte erano d’accordo su questo principio ossia: le ragazze apprezzano gli uomini che ammettono i loro limiti ma che non si arrendono e tentano di riscattarsi e migliorare le loro abilità seduttive.

La donna, che ragiona e ha una mente flessibile, non giudica sfigato un uomo che si affida a persone che hanno esperienza in un determinato campo per poter riuscire ad avere una vita sentimentale più appagante.

Poiché sanno che il tutto giova non solo all’uomo, ma migliora esponenzialmente anche la vita della donna, che avrà anche lei di troppo la possibilità di confrontarsi, parlare ed innamorarsi di un uomo di valore e diverso rispetto al 99% della massa.

In bocca al lupo!
Steve M.

Per oggi è tutto PlayLover, per saperne di più sulle “Donne Stronze” continua a seguire il nostro blog iscrivendoti alla nostra newsletter:

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato su articoli, video ed eventi.

…oppure contattaci oggi stesso senza impegno per scoprire come far venir fuori il PlayLover che c’è in te! CLICCA QUI

Commenti

commenti