Ciao PlayLover, il tema che tratterò oggi ha davvero un’importanza cruciale ovvero: come chiedere ad una ragazza di uscire. Sono un grandissimo fan di Quentin Tarantino e, come lui, amo in maniera spasmodica i dettagli.

Dettagli. Sono i dettagli che fanno la differenza tra una conversazione ECCELSA e una mediocre. Così come sono i dettagli a rendere un post utile, pratico e di pronto utilizzo. Oggi, come sempre, tratterò questo argomento in maniera approfondita cercando di toccare le sfumature più importanti in esso contenute.

Cosa fare per uscire con una ragazza? La risposta sembrerebbe banale: “Basta prendere coraggio e chiederglielo”. Tuttavia, a conti fatti, sai benissimo che non funziona così per una miriade di variabili e sotto-testi dei quale probabilmente stai ancora ignorando l’esistenza.

Ogni tappa del tuo game è una riconferma che devi dare, senza mai dare nulla per scontato, almeno non all’inizio. A differenza di quello che pensano in molti, una volta ottenuto il numero di telefono di una ragazza dal vivo o in chat, NON hai conseguito alcun risultato: la partita non è finita, bensì è SOLO appena cominciata.

Quando prendi un numero di telefono, stai semplicemente ottenendo la possibilità di giocarti le tue carte:
niente di più e niente di meno. Non è un punto di arrivo bensì è un punto di inizio. Idem per il discorso day-1 (primo appuntamento) anche se, quando finalmente otterrai quest’ultimo, partirai sicuramente da basi e sicurezze diverse rispetto a quando ti sei procacciato un numero di telefono fine a se stesso.

Come Chiedere Ad Una Ragazza Di Uscire: I Principi Fondamentali

É un qualcosa che devi fare con astuzia e criterio, senza sbilanciarti e protendere eccessivamente verso la ragazza stessa, telegrafandole troppo interesse e bisogno di questa uscita. Errore madornale: partiresti già da basi sbagliate.

Il limite del 99% dei ragazzi è quello di ragionare con l’uccello, di concentrarsi solo ed esclusivamente su ciò di cui hanno bisogno e sul come fare per raggiungerlo nel più breve tempo possibile. Però non funziona così. Come ben sai (spero), il concentrarti troppo su un risultato e quindi pensare solamente dopo il quarto messaggio che le invii al modo migliore di portarla fuori è il miglior modo per passare un’altra serata da solo. Cosa ancor peggiore è quella di continuare a stressarla facendo riferimento ad un’uscita…

Così facendo perderesti valore e ti etichetteresti come tutti gli altri, senza niente di speciale. Una pecora del branco. Tu però non vuoi essere una pecora del branco, giusto? Devi essere l’eccezione: sempre! Quello su cui ti devi concentrare all’inizio è lei (come ti ho già spiegato):

  • Quello che ama fare;
  • Perché lo ama;
  • Ciò che odia e perché lo odia.

E via discorrendo…

Mentre ti concentri su di lei con una curiosità reale e senza pensare subito a portarla fuori, puoi inserire nei tuoi discorsi in maniera molto blanda e una tantum delle frasi che lasciano presagire e intravedere possibili scenari di un’uscita insieme, senza essere pressante e soprattutto non in continuazione. A volte ne bastano davvero un paio.

Come Chiedere Ad Una Ragazza Di Uscire: Esempi Pratici

Esempio 1

Si parla di Sushi e vi state confrontando su quale sia il migliore, su quelli che ha provato lei e che hai testato tu. Le dici qualcosa tipo: “Io, invece, conosco un posto buonissimo vicino a Milano che fa del sashimi da paura: magari se fai la brava e io riuscirò a sopportarti per più di un’ora di fila, forse ti ci porterò… un giorno”.

Questo è un ottimo messaggio di esempio, dove sono ben definiti i criteri da utilizzare per chiedere di uscire ad una ragazza, ossia:

  1. Inserendo per le prime volte questo possibile scenario, non sei preciso, perché effettivamente non è un invito ma un invogliarla a pensare a come potrebbe essere uscire con te.
  2. Non manifesti bisogno di uscire con lei. In questo modo sarà portata a pensarci ancora più intensamente e volerlo davvero questo appuntamento con te.
  3. É un messaggio a bassa pressione e bilanciato che fa leva sul pretesto del ristorante buonissimo per inserirlo.

Non le devi dire: “Io ne conosco uno buono: ti ci porto martedì, ok?”. In questo caso sarebbe stato un investimento troppo grande, un invito esplicito e ad alta pressione, visto che a questo punto il ristorante passava in secondo piano e l’invito prendeva tutta la scena, in una maniera non sana, omologandoti effettivamente a tutti quelli che non aspettano altro di invitarla fuori.

Nella frase iniziale devi dare importanza al ristorante buonissimo che conosci, dicendolo espressamente: “Io, invece, conosco un posto buonissimo vicino a Milano (poi incalzi aggiungendo dettagli) che fa del sashimi da paura”. Solo in un secondo momento, come a voler dire “non è poi così importante, ora non mi preme più di tanto” inserisco: “magari se fai la brava e io riuscirò a sopportarti per più di un’ora di fila forse ti ci porterò… un giorno”.

Nonostante tu le stia prospettando in maniera indiretta un’uscita, lo stai facendo in maniera scaltra, cercando di volare ancora più basso, sotto i suoi radar, aggiungendo e spostando l’attenzione sul discorso “se riesco a sopportarla”. Parole come “magari” e “forse” sono ottime in questi casi! Della serie: non è niente di sicuro…
Effettivamente, se ci pensi, tutti quelli che utilizzano queste parole poi non rispettano quello che dicono ed è questo che arriva a lei: non le mette pressione MA comincia a fantasticarci.

Questo è sicuramente uno degli step fondamentali su come chiedere ad una ragazza di uscire e iniziare a sondare il terreno. Tienilo SEMPRE a mente. Quindi, dicevamo, inserisci frasi di questo tipo semplicemente per prospettarle uno scenario di una possibile uscita, senza essere preciso, come nell’esempio.

Altri Esempi

Si parla di inglese. Lei sa benissimo l’inglese/il francese/tedesco/russo ecc. Utilizzi questo pretesto per creare un possibile scenario e ABITUARLA all’idea di un possibile incontro.
Lei: “Lo parlo molto bene, ho una pronuncia quasi madrelingua” 😀
TU: “No vabbee fantastico! Allora se mai ci vedremo, dovrai per forza parlarmi in inglese!” 😀

Ha un cane molto bello che ama alla follia (ti interessi come è giusto che sia, magari ti fai mandare anche foto e chiedi di più circa la passione in questione).
Lei: “Si è il mio bimbo, lo amo è tenerissimo!”
TU: “Prima o poi dovrò conoscerlo! Se mai ci vedremo devi portarlo per forza, che devo lanciargli tutto quello che trovo per almeno 7 ore.”

Capisci? Poi vai avanti nel tuo game, utilizzando in maniera oculata tutte le cose di cui ti ho parlato (e che spiego in maniera dettagliata in altri post)

  • Stuzzicamenti vari
  • Reale curiosità sulla sua persona
  • Non pensare subito a scoparla
  • Ambiguità nella tua, ossia non svelarti troppo
  • Tempistiche di risposta che devono omologarsi alle sue (se risponde dopo 2 ore, tu non puoi farlo in 10 minuti, perché le staresti indirettamente dicendo: “Io sono qua per te, sei molto più importante di qualunque altra cosa io stia facendo”)

E così via.

Come Chiedere Ad Una Ragazza Di Uscire: Annotazioni Importanti

Ovviamente solo con queste frasi non puoi sperare di arrivare ad uscire con la ragazza dei tuoi sogni, anche se sono davvero strumenti molto potenti che – usandoli bene – vanno dritti nel suo subconscio. Ad un certo punto, specie quando la ragazza sta aspettando palesemente che la inviti ad uscire, devi cercare di attenerti ai seguenti principi:

  • Non Vergognarti Di Invitarla: se prendi una decisione, verbalizzala in una maniera quanto meno chiara. Le donne vogliono uomini che sanno quello che vogliono!
  • Abolisci Il Condizionale: il condizionale non esiste, frasi tipo: “Ti piacerebbe? / Verresti? / Ti andrebbe?”. Oppure, ancora peggio “Hai voglia?”. Sono un’ammazza day-1 e non solo. Lei ha voglia! Te lo dico io, non c’è nient’altro da sapere. Lei ha già deciso: ha voglia. Non avrebbe passato notti intere a parlarti e ad investire su di te, oltre a portare avanti una conversazione.
  • Cerca Di Affermare Più Che Domandare: non dirle “Vuoi andare a mangiare una pizza?”.

Due sono le vie che puoi utilizzare…

1. La Via Diretta

Verbalizzando in maniera alpha ciò che hai deciso (cosa che io faccio sempre), usando qualcosa tipo: “Ho deciso! Domani sera non prendere impegni che ti porto a mangiare sushi: vestiti carina! P.S.: mangia poco a pranzo che mangeremo il mondo!”. Questo è un messaggio ben bilanciato dove, nella prima parte, anche nel modo di verbalizzare le fai capire che il premio sei TU (come avresti dovuto farlo durante il game avuto con lei fino a quel momento), che tu decidi e per lei è già un sì. Poi c’è effettivamente il dettaglio dell’invito.

La parte finale serve a stemperare e togliere un po’ di pressione ad un messaggio abbastanza carico. Se ti risponde che ha altri impegni, NON FARLE SUBITO UNA CONTRO PROPOSTA. Se, per esempio, ti dice: “Domani non posso”, non dirle “Oh, e giovedì?”. Lo senti quanto suona da bisognoso? Non ti serve una cosa simile.

Non dimentichiamoci che tu hai già i tuoi impegni e una vita movimentata. Proponendo un altro giorno, vanifichi ciò che di buono hai fatto fino a quel momento. Sarà lei semmai a proporti un altro giorno. Se ti risponde no, oppure che ha un altro impegno, rispondile qualcosa tipo: “Come vuoi! Sappi che non te lo chiederò più”.

Verbalizzando questa frase cosa le dici? Fai vedere che il suo no non ti tocca (sempre per il principio che sei una persona ricca di impegni e qualcos’altro da fare lo trovi in uno schiocco di dita), e verbalizzando il fatto che non la inviterai più tieni alto il tuo valore. Cioè, della serie: la tua occasione l’hai avuta. In questo modo dai un senso di unicità alla tua persona. In questo modo porti lei ad investire, uscire allo scoperto forzando una contro proposta.

2. La Via Casuale

La seconda strada che puoi seguire per invitarla per un day-1 è quella di farlo tramite discorsi, come se la cosa uscisse in maniera quasi fortuita e innocente. Va benissimo avvalersi anche di discorsi non recenti (basta che non siano di 3 settimane prima), ma di qualche giorno passato. Se per esempio avete parlato di arte e di mostre, ed è venuto fuori che ad entrambi piace Picasso e nel breve ci sarà una mostra in giro, puoi utilizzare questo pretesto per invitarla (formulando un messaggio rispecchiante i criteri di cui ti ho parlato). In questo caso serve, o per lo meno aiuta entrare nell’argomento da cui poi vorresti invitarla.

Se in questo caso si tratta di una mostra, è cosa buona e giusta entrare nell’argomento in maniera tranquilla. Inizialmente, parla di arte. Poi puoi dire qualcosa tipo: “A proposito, giovedì fanno la mostra di Picasso a Milano. Dovevo andare con un’amica ma questa poi mi vorrebbe tenere a cena, post cena ecc. Stavo pensando di sfruttarti per farmi da spalla!” 😀

Questo, amico mio, è l’ennesimo messaggio valente come ottimo esempio! Nel frase utilizzi il discorso che avevate fatto per invitarla, dopodiché inserisci una DHV (Dimostrazione di Valore Superiore), verbalizzando il fatto che dovevi andare con un’amica (alzando il tuo valore), quindi che di alternative ne hai eccome, che puoi scegliere ma la utilizzi come scusante (che ti dà ulteriore valore indiretto) il fatto che questa ti vuole con lei fino a mille ore dopo la mostra e tu non hai voglia.

Poi verbalizzi in una maniera divertente e originale l’invito rivolto a lei. Sarà così percepito con molta meno pressione rispetto a se dovessi dirle: “A proposito, giovedì fanno la mostra di Picasso a Milano. Dovevo andare con un amica ma questa poi mi vorrebbe tenere a cena, post-cena ecc. Vieni con me, ti va?”. Senti come cambia e come stona?

Detto questo, hai davvero degli ottimi spunti per sapere come chiedere ad una ragazza di uscire. Puoi cominciare a capire cosa c’è di giusto e di sbagliato nelle tue richieste passate. Sono cose che raramente si sentono in giro, ma sono questi che ti danno una reale marcia in più! Dettagli, ricordi?

A presto!
Steve M.

Commenti

commenti