Victor

Biografia

Nato durante un’insolita giornata di neve pugliese dell’11 marzo, Vittorio si dimostra sin da subito un bambino curioso della vita e allo stesso tempo introspettivo.

Da piccolissimo i suoi sport preferiti erano chiedere il perché delle cose e smontare qualsiasi giocattolo gli capitasse tra le mani, per soddisfare la sua insaziabile fame di comprendere ed approfondire: il nutrimento principale per la sua mente.

L’imprinting nello stile del vestire ricevuto dalla sua mamma sarta, abile maestra nell’arte del cucito, è sempre stato un fattore cruciale sin dalla sua tenera età tanto da aver ricevuto vantaggio attrattivo da parte di chiunque per via degli originali abbinamenti di tessuti, cravattini e papillon.

Durante l’infanzia pur essendo figlio unico non ha mai sofferto la solitudine perché costantemente circondato da bambini, molti dei quali erano femmine. Il contesto che viveva lo ha aiutato ad entrare in empatia con l’altro sesso.

La fase adolescenziale non è stata facile: la sua introspezione e riservatezza si faceva sentire, tanto da portarlo a rifugiarsi nei videogiochi e nel cibo, arrivando a diventare un po’ grassottello.

Il suo fisico e personalità non gli permetteva di creare curiosità da parte delle ragazze, tanto da bruciarsi tutte le opportunità in quella fase di vita dove più o meno tutti sperimentavano i primi baci e fidanzamenti.

Le sue giornate erano scandite dal trafficare con i computer, console ed elettronica di vario genere, che finiva irrimediabilmente con l’essere smontata in mille pezzi.

Stanco della sua situazione diventata ormai opprimente, decide di stravolgere completamente la sua immagine, per esprimere finalmente la sua vera essenza.

Si iscrive così a basket e si appassiona alla musica Hiphop, tanto da influenzare profondamente il suo stile di abbigliamento.

La sua espressione artistica ha proseguito senza sosta fino a toccare l’arte del ballo di strada e lo scrivere testi musicali, suo estro artistico principale utilizzato come valvola di sfogo.

Il suo aspetto fisico, poi migliorato anche grazie alla palestra e un piano alimentare bilanciato, unito ad uno stile insolito e curioso, lo riporta a riacquisire quell’attrattiva verso il gentil sesso che lo rimette in carreggiata.

All’età di 18 anni, grazie al suo circolo sociale diventa abbastanza conosciuto nei vari gruppi ma non troppo, essendoci sempre come atteggiamento la riservatezza e timidezza.

Poco dopo viene a contatto con una ragazza che perde la testa per lui, tanto da portarla a provarci in maniera spudorata. Nasce, quindi, la sua prima relazione.

La relazione prosegue ma con difficoltà: la personalità della ragazza era troppo forte per lui, tanto da comprendere che non avrebbe avuto un lungo proseguo perché troppo diversi.

Completamente esausto della sua situazione, decide di prendere azione per finalmente eliminare la timidezza che inizia a stargli molto stretta.

Per entrare forzatamente in contatto con quante più persone possibili decide di fare il barman nel week-end. Questo lo porta a rimuovere quella ruggine sociale ormai diventata troppo spessa.

Il mondo dei computer inizia a diventare una professione, tanto da ricrearsi un suo circolo di clienti per svolgere attività di assistenza informatica e modding di console elettroniche.

A 22 anni il contesto lavorativo del sud non molto promettente lo porta a prendere una decisione: lasciare per la prima volta la sua terra natale per andare a vivere completamente solo a Milano.

Nel contesto milanese cambia nuovamente il suo modo di vestirsi verso uno stile più classico e raffinato ed entra in contatto con diverse persone scoprendo le discipline olistiche orientali e arti marziali, interessi che avviano un lavoro profondo sulla sua mentalità.

Nel mentre susseguono una serie di relazioni serie, alcune delle quali avviate per opera dell’intraprendenza della ragazza. Nel 2014 conosce grazie ad un suo amico il mondo del miglioramento personale, che lo porta ad uno studio quasi ossessionato.

Arrivano diversi risultati e cambiamenti importanti sulla sua persona, le varie relazioni intanto proseguono e si appassiona a questo mondo tanto da decidere di entrarci più nel profondo per aiutare anche gli altri.

Successivamente Conosce PlayLover e dopo una serie di corsi con Massi, Steve e Christian che segnano profondamente il suo percorso per gli insegnamenti e gli avvenimenti accaduti, riceve conferma che questo è il mondo che vuole vivere e percepire sulla sua pelle.

Stile di seduzione

Vittorio ama fare conoscenze di giorno poiché ritiene che l’entrare in contatto dal vivo con perfetti sconosciuti porti a delle esperienze interessanti e coinvolgenti per via del contatto visivo e del gioco di sguardi che ne consegue. Provenendo dal sud, ritiene cruciale il contatto fisico eseguito in maniera spontanea, educata e calibrata sulla ragazza affiancando il giusto flirt esternato con classe ed eleganza. Non ama lo scontro e preferisce smorzare tutto con una risata restando imperturbabile, senza però perdere occasione di far presente la sua opinione senza remore. Ama la scrittura coinvolgente ed emotiva, che crea profonda connessione con la ragazza.

Stile di insegnamento

Vittorio entra subito in empatia con lo studente, sollecitando già al primo contatto una consapevolezza propedeutica all’acquisire il metodo corretto. Pone molta importanza sull’autostima e sulla mentalità dello studente, allargando gradatamente la sua zona di comfort.  Ha uno stile comunicativo posato ma allo stesso tempo diretto, che porta lo studente a prendere azione con decisione e raggiungere gli obbiettivi prefissati. È convinto che il miglioramento è a 360 gradi su tutte le sfere della vita, considerazione che vive quotidianamente sulla propria persona.