Max

Biografia

Nato il 23 settembre ’89, in un paese in provincia di Foggia, Max sin da bambino si distingue come una persona particolarmente brillante negli studi, ma meno nel rapporto col gentil sesso, dove timidezza e insicurezza sull’aspetto fisico, specie per la bassa statura, tendono a penalizzarlo molto.

Il primo bacio arriva a 14 anni, con una bambina del mare, e questo evento segna una svolta nella sua vita: finalmente l’universo femminile inizia ad aprirsi alle sue porte. Come spesso capita, nel giro di qualche giorno, fa colpo su tutte le ragazzine della comitiva del mare, ma la sua timidezza gli preclude un po’ di opportunità. Ricorda in particolar modo una sera, in cui era seduto sulle giostre, fianco a fianco ad una ragazzina che gli piaceva e che lo ricambiava, ma non trovò il coraggio di baciarla.

Un altro step importante sono i 17 anni, dove Max fa grossi passi in avanti da un punto di vista estetico: toglie l’apparecchio per i denti, i brufoli scompaiono, sostituisce gli occhiali con lenti a contatto, opta per un taglio di capelli moderno, ma soprattutto, per motivi respiratori, si sottopone ad un intervento di rinoplastica, che gli rende il viso e il profilo molto più armonioso. Con lo sviluppo, inoltre, raggiunge un’altezza sufficiente (172 cm).

Diventato bellino, ma sempre timido, inizia ad uscire con una ragazza molto bella della sua città, che bacia, ma soprattutto in estate passa una notte insieme ad una ragazza, Michela, e poco tempo dopo conosce Federica, una bellissima ragazza campana, con cui anche avrà un flirt. Inoltre, in vacanza a Loret de Mar, bacia una promoter molto bella, ben 10 anni più grande di lui.

L’estate sembra spianargli la strada ad una vita piena di successi, ma l’inverno nella sua città non ripaga le aspettative. Il 2008, ultimo anno di liceo, rappresenta un anno molto difficile, con un brusco calo del rendimento scolastico e dell’umore, che inizia a dare i primi segnali di forte instabilità.

Arrivata nuovamente l’estate però, quella dei 18 anni, tornato in posti di mare, Max supera del tutto la timidezza e macina conquiste su conquiste, baciando circa 20 ragazze in 2 mesi. Indeciso su quale università frequentare, più portato per le materie umanistiche, opta per la facoltà di lettere, anche per migliorarsi nei rapporti con le donne.

Qui conosce il suo primo amore, Tiziana, ragazza fidanzata ma in crisi, che quando incontra Max perde la testa per lui. I due si fidanzano e hanno una relazione della durata di circa 2 anni, molto conflittuale ma passionale al tempo stesso. Ancora oggi sono rimasti ottimi amici.

Terminata la storia con Tiziana, Max ha una serata di sesso immediato con un’altra collega universitaria, Giorgia, mentre andrà incontro a delusioni con altre due colleghe, Claudia e Maria, che lo parcheggiano in zona amicizia, nonostante con la seconda ci fosse stato un bacio.

La sua pecca più grande nel mondo delle relazioni inizia ad emergere: la “needyness”. Con questo termine si intendere l’essere bisognoso, una sorta di dipendenza affettiva, come direbbe uno psicologo. In una vita che non lo appaga, sempre alla ricerca di nuovi stimoli, Max tende ad iper-investire molto velocemente, una volta trovata una ragazza che gli fa perdere la testa, e questo ha come risultato quello di far allontanare la ragazza potenzialmente interessata.

Decide quindi di iscriversi su un noto forum di seduzione dove, tra i vari, conosce anche Steve.  Quell’anno inizia anche ad interessarsi di PNL e si iscriverà ad un corso di teatro, dove conoscerà Simona. Grazie ai consigli di Steve, che ogni settimana gli manderà una e-mail per delineare l’atteggiamento giusto, Max si farà avanti con Simona in una maniera totalmente differente rispetto agli ultimi flop. Molto intransigente, stronzo e distaccato, dopo una corte serrata, anche lei decide di lasciare il suo ragazzo dell’epoca per fidanzarsi con lui.

Simona però, dimostratasi così difficile durante il corteggiamento, tenderà a dimostrarsi un po’ debole durante il rapporto, e questo porta Max ad allontanarsi da lei, risponderle in maniera scontrosa, in particolar modo il giorno del suo compleanno, dove la sbeffeggia davanti agli amici per un regalo poco gradito. Simona tornerà a casa piangendo e inizierà a rimpiangere il bravo ragazzo che aveva lasciato per Max, a maggior ragione che lui nel frattempo sembra essere rinato, diventando anche maestro di ballo.

Così, poco dopo capodanno, Simona decide di lasciare Max, dopo un anno molto intenso ma altresì conflittuale, per tornare con il suo ex, Vincenzo. Per Max il dolore è logorante, litiga con i suoi migliori amici, con i genitori, e decide di lasciare Foggia e il corso di teatro. A Roma inizia a lavorare come dialogatore, ovvero promoter per le Onlus, e qui le sue doti attoriali e un’empatia fuori dal comune, lo rendono il miglior performer della squadra.

Conclusa la triennale in lettere, con il massimo dei voti, dopo un’esperienza estiva come animatore turistico, si trasferisce stabilmente a Roma per continuare questo lavoro, e decide di indirizzare gli studi magistrali sul ramo di Comunicazione e Marketing, che lo appassiona di più.

Nel frattempo si certifica anche Practitioner in PNL e Coach di base presso la NLP Italy Coaching School, una delle più qualificate in Italia, nonché certificata da Richard Bandler. La carriera magistrale è ricchissima di soddisfazioni: avendo finalmente trovato qualcosa che gli interessa, Max studia con piacere, meno altalenanza e passa tutti gli esami col massimo dei voti.

Contemporaneamente vince diversi bandi, prima al Ministero dell’Economia e Finanze e poi a Londra, in Erasmus, dove, prima ancora che il suo stage fosse concluso, inizia già a collaborare con una nota azienda del settore seduzione, in qualità di blogger.

Tornato in Italia per laurearsi, con tesi di laurea in Psicologia della Comunicazione, anche stavolta con lode, a meno di 24 ore dalla proclamazione ha già un contratto con una delle multinazionali più famose del settore automotive.

Nel frattempo, continuando da freelance la sua collaborazione con l’azienda di seduzione inglese, concluso il progetto digital, inizia ad interfacciasi anche nei rapporti con la clientela, erogando consulenze dapprima gratuite e poi a pagamento.

In questi anni, però, il focus sulla carriera lo distoglie del tutto dalle donne, e nel 2017, quando riprende ad uscire con le ragazze, non è più lo spigliato e stronzo ragazzo che era qualche anno prima.

A febbraio conosce Brigitte, ragazza straniera ma romana d’adozione, dialogatrice anche lei, con cui ha una relazione di solo sesso, ma quando lei decide di troncare Max ci resta malissimo. In questo periodo chiede aiuto al trainer della sua azienda per un supporto motivazionale e analizzare insieme gli errori di bisogno commessi.

Qualche mese dopo, grazie alla realizzazione di un video diventato virale sui social, conosce Stefania, con cui vive un’estate all’insegna della passione. Anche in questo caso, però, l’epilogo è lo stesso di quello accaduto con Brigitte: troppa dipendenza affettiva nei confronti della ragazza. Quando la relazione sembra indirizzarsi su un versante negativo, Max capisce che è il caso di dare una svolta e, dopo ben 5 anni, chiederà nuovamente aiuto a Steve.

Inizialmente, i risultati sono strabilianti: Stefania, che una mattina di settembre disse a Max di essere confusa ed incerta sul volerlo ancora frequentare, dopo una giornata di chat col supporto di Steve, arriva a mandargli un audio, piangendo, in cui lo implora di vedersi.

Max crede che il peggio sia passato e che il loro fosse un problema passeggero, ma ben presto si rende conto che le cose stanno diversamente e, non seguendo alla lettera ciò che Steve gli consiglia, finisce per perdere anche Stefania. Max sprofonda nuovamente in un periodo di forte avvilimento, decidendo di lasciare anche la sua carriera ben avviata nell’automotive, per dedicarsi anima e corpo alla seduzione.

Fa 2 coaching a distanza al mese per 6 mesi e decide di frequentare il master di una settimana: Max diventa un fenomeno del chat game e inizia ad avere circa dieci ragazze per volta con cui uscire, al punto che Steve e Christian gli propongono di collaborare con loro e lui, ben felice, accetta, concludendo la collaborazione con la precedente azienda.

Per quanto si fosse sempre trovato bene col suo vecchio capo e relativi colleghi, sente che il progetto che sta sposando sia molto più innovativo, è alla ricerca di nuovi stimoli, ma soprattutto, il rapporto che lo lega a PlayLover Academy è qualcosa che va oltre il mero rapporto di lavoro.

Nel frattempo, il suo atteggiamento con le donne è profondamente cambiato: anche quando trova una ragazza che gli piace, i suoi standard sono diventati molto più severi e cestina ragazze alla prima cazzata che fanno, non volendosi più ritrovare a vivere relazioni poco appaganti e sapendo che, per una che lui scarta, ne ha altre nove pronte ad attenderlo.

Ha ormai ragazze in tutta Italia: a Milano, Brescia, Napoli, Roma, Foggia e Lecce, e si è ripromesso di fidanzarsi solo quando troverà la ragazza giusta e, soprattutto, compatibile con lui.

Ragazza Ideale

La mia ragazza ideale è di altezza media (da 165 cm a 175 cm circa) e molto magra. Rispetto ad altri ragazzi, guardo molto poco il seno di una donna, per quanto non gli dispiaccia. Preferibilmente più grande di lui, ha un occhio di riguardo per le ragazze bionde e con background umanistico, notando in loro una profondità d’animo e proprietà di linguaggio che non riscontro in altre.

Una verve teatrale o artistica (cantante o ballerina) sono sicuramente dei plus apprezzati, per quanto non indispensabili. Ad oggi difficilmente perderebbe la testa per una ragazza con poco carattere, o con un atteggiamento passivo nei confronti della vita.

Stile di insegnamento

Da potenziale docente di italiano e latino, Max ha avuto feedback molto positivi dai suoi clienti in particolar modo per la chiarezza e la profondità delle sue spiegazioni. I suoi studi in psicologia della comunicazione lo aiutano molto nel fare l’analisi del testo dei messaggi e del significato nascosto che si cela dietro alle parole di superficie. Con uno stile di chat molto intransigente nei confronti delle ragazze, riesce a sessualizzare con estrema facilità, oltre che a sviluppare una profonda empatia con la ragazza e con il cliente.