Ciao PlayLover, eccomi finalmente qui dopo un periodo di corsi molto intenso, in cui gli studenti hanno avuto risultati a grappoli. Oggi voglio parlarti di come migliorare lo stile, perché anche l’apparenza conta e ha il suo valore sia agli occhi delle donne sia di fronte alle persone in generale.

Molti non ci hanno mai pensato, ma il primo momento in cui catturi l’attenzione di una donna non si realizza quando inizi a parlarci, bensì quando lei posa il suo occhio su di te. Di conseguenza, questa è un’occasione importante per iniziare a distinguerti dalla massa e spiccare!!!

La mia filosofia è quella dei dettagli, ovvero quel mix di particolari che – se uniti in sinergia e armonia – ti permette di risaltare in mezzo alla massa e ricevere qualche occhiata in più dalle donne (ma direi anche dalle altre persone che ti stanno attorno in quel momento).

  1. Quindi, di seguito ti darò una serie di suggerimenti e consigli pratici sul come migliorare lo stile, puntando sui dettagli e sugli accessori. Tieni sempre presente che tu devi arrivare ad essere “l’1%”, per due motivi:
    Spicchi di più e pertanto susciti più curiosità/interesse nelle donne;
  2. Poni un filtro – selettivo in termini positivi – che ti permette di risparmiare tempo con alcune donne per le quali non vale la pena darsi da fare.

Come Migliorare Lo Stile: 5 Consigli Per Spiccare

1. Gemelli

Vedo in giro moltissimi uomini con camicie normalissime e la classica chiusura dei polsini a mezzo di semplici bottoni. È davvero molto raro trovare un ragazzo o un uomo che indossa camicie con polsini chiudibili con i gemelli. Questo è un primo suggerimento di valore che ti permette di valorizzare la tua immagine. Poi da qui puoi sbizzarrirti ed inserire anche molte varianti, acquistando via via coppie di gemelli diversi.

Ormai ce ne sono davvero di tutti i tipi e di tutti i prezzi. Non è indispensabile prendere i gemelli di Bulgari del valore di 5.000€. Puoi pensare di prendere:

Ovviamente ognuno ha i suoi gusti personali ed il suo budget. L’importante è capire il concetto sottostante a questo utile consiglio: indossare quello che gli altri non usano.

2. Orologio

Ti preannuncio sin da subito che non hai bisogno di un Rolex per valorizzarti. Quindi, niente svariate migliaia di euro da investire. Devi sempre guardare cosa fa la massa e, di conseguenza, fare qualcosa di diverso. Questa è la strategia che sta alla base di quelli che si sanno distinguere. Altrimenti finirai per mimetizzarti e nasconderti nel mezzo delle persone che si copiano l’una con l’altra.

Solitamente i maschi indossano sempre i soliti orologi “noiosi” e usuali. Non ricordo nemmeno quando è stata l’ultima volta che ho visto una persona indossare un orologio in grado di risaltare. Da questo puoi anche capire la spinta che puoi ricevere dalla cura di questo dettaglio sul come migliorare lo stile.

Personalmente, sto iniziando a prediligere gli orologi automatici (quelli che non vanno a pila, per intenderci). Se da un lato sono un po’ più scomodi, perché il meccanismo si arresta nel caso in cui l’orologio non sia soggetto a movimenti per più di qualche ora, dall’altro lato credo siano esteticamente più peculiari ed originali.

Tuttavia, esistono anche orologi più fashion e di tendenza. Credo che per l’orologio, affinché sia davvero apprezzabile, sia necessario spendere un po’ di più. Però, come già ti ho detto all’inizio di questa sezione, non è necessario dissipare migliaia di euro. Con qualche centinaio di euro puoi benissimo acquistare un orologio che ti durerà almeno 10 anni.

3. Portafoglio

Anche questo dettaglio può contribuire molto alla valorizzazione della tua immagine. Molto spesso vedo persone che girano con portafogli gonfi dalle troppe monete, dalle svariate tessere, ecc. Sono davvero antiestetici da vedere nella tasca posteriore dei pantaloni, perché sembrano veri e propri mattoni. Ancor peggio se inseriti all’interno della giacca, poiché ti fanno apparire come se fossi “armato” di qualcosa.

Quando esci la sera, ti consiglio di portarti dietro il minimo indispensabile: un po’ di contanti, la patente, il bancomat e la carta di credito. Non ti servono le tessere della raccolta punti del supermercato, il badge per entrare in ufficio, la tessera del cinema, ecc. Quindi, puoi benissimo lasciare a casa tutta quella roba e puntare su un portafoglio molto più “slim”. Cosa ne pensi di questo accorgimento sul come migliorare lo stile?

So che può essere scomodo dover “travasare” alcune cose ogni volta che esci, però si tratta di qualche minuto di tempo che può andare tutto a vantaggio di te stesso e della tua “prima impressione” sulle donne. In alternativa, potresti puntare anche su un portatessere. Ultimamente sono usati sempre da più persone, anche per il fatto che sono meno costosi dei portafogli.

Il vantaggio dei portatessere è che sono ancora meno ingombranti. Lo svantaggio è che sono davvero poco spaziosi. Cioè, risulta già difficile inserirvi un po’ di contanti all’interno. Per quanto riguarda i materiali, ti suggerisco di operare una scelta fra cuoio o vera pelle. Qui la scelta è molto personale. Personalmente ho deciso di puntare su entrambe le soluzioni, portafoglio e portatessere (tutto in vera pelle), per sfruttare l’una o l’altra a seconda della serata.

4. Pochette

La pochette è il classico “fazzoletto da taschino” che si inserisce all’interno della tasca frontale della giacca. Un elemento assolutamente necessario in una giacca, poiché aumenta di molto l’enfasi sui particolari, sui dettagli e impatta positivamente sul tuo charme. Le soluzioni sono infinite e ce ne sono per tutti i gusti:

Ovviamente, devi prestare la dovuta attenzione ai colori. Tuttavia, anche in questo caso, puoi dormire sonni tranquilli perché i prezzi per questo accessorio non sono affatto impossibili. Se vuoi spendere tanto, parliamo al massimo di circa 70€. Se, invece, preferisci destinarci un budget più contenuto, te la puoi benissimo cavare anche con 25€.

Un ulteriore elemento di distinzione può essere il tipo di piegatura che fai alla pochette. Ce ne sono tantissimi e neppure io li ho provati tutti. Siccome sono sempre di fretta, in questo caso preferisco la semplicità e uso una piegatura normale/classica.

5. Profumo

Qui entriamo in un campo molto delicato, perché anche se un profumo può piacere tantissimo a te, può non piacere ad una donna. Ti dirò di più: è quello che mi è successo – per la prima volta nella vita – proprio con la donna con cui mi sto frequentando attualmente.

Avevo acquistato un profumo nuovo di Bulgari poco prima di andare a cena a casa di questa donna e, mentre eravamo sul divano, mi ha detto che non le piaceva proprio. Non mi era mai successo, però onestamente non me ne faccio molto un problema. Semplicemente quando uscirò con lei, non metterò quel profumo.

Tuttavia, voglio dirti che non tutti i profumi sono uguali. Esistono, per esempio, “eau de toilette” ed “eau de parfum”. Questo perché ogni profumo basa la sua esistenza su una piramide olfattiva impostata su note di testa, note di cuore e note di fondo. Sono sicuro che questo articolo sul come migliorare lo stile ti sta incuriosendo 🙂

  • Note di testa: sono quelle percepite immediatamente appena il profumo viene vaporizzato. Le note di testa sono le molecole più piccole che formano una fragranza e sono quelle che evaporano più velocemente. Sono il biglietto da visita di un profumo, la cosiddetta “prima impressione”.
  • Note di cuore: sono quelle che emergono appena svaniscono le note di testa. Rappresentano la parte centrale di ogni fragranza, appunto per questo denominate di “cuore”. Sono molecole più morbide e avvolgenti, possono essere considerate quelle in grado di conferire a una fragranza il suo carattere definitivo. La loro durata può variare dalle 4 alle 6 ore. Per comprendere se un profumo fa per te, oppure no, è il caso di attendere 10 minuti dalla vaporizzazione sulla pelle, tempo che necessitano le note di cuore per presentarsi.
  • Note di fondo: la loro apparizione avviene dopo 30/60 minuti dalla vaporizzazione sulla pelle. Sono le molecole più grandi e resistenti, sono quelle che “si attaccano alla pelle e non la mollano più”. La loro persistenza è evidente se si ritiene che una volta vaporizzata una fragranza su un capo d’abbigliamento, il suo odore persista anche fino a 3 giorni. Le note di fondo rappresentano la personalità di un profumo.

Eau de toilette: sono composte da acqua e alcol e dal 5 al 10 % di essenze diluite. Di solito le eau de toilette hanno le note di testa più intense rispetto alle note di cuore e di fondo. La persistenza è di 3 o 4 ore.

Eau de parfum: sono composti da alcol a 90 gradi e una percentuale di essenze che va dal 10 al 20 %. Qui sono le note di cuore più marcate rispetto a quelle di testa e di fondo. Gli eau de parfum sono fragranze ricche, persistenti. Se vuoi farti notar non hai scelta: metti un eau de parfum. Anche quando uscirai dalla stanza in cui ti trovi, vi rimarrà il tuo profumo (es.: la donna con cui hai fatto l’amore, può continuare a sentire il tuo profumo anche se tu non ci sei e, quindi, pensarti).

Personalmente, scelgo sempre l’eau di parfum poiché mi piacciono le cose più “strong”. Costano un po’ di più ma la qualità è più alta. Due spruzzate su ciascun polso, tre sul collo e sarai apposto per una lunga serata.

Eccoci arrivati alla fine di questo primo articolo dedicato al miglioramento e alla valorizzazione dell’immagine. Credo di averti dato molti utili spunti sul come migliorare lo stile. Ora non ti resta che iniziare ad applicarli uno ad uno in autonomia per vedere la tua presenza emergere sulla massa, oppure puoi decidere di affidarti a noi per un consulto totalmente personalizzato e di valore. Alla prossima!

Commenti

commenti