Caro PlayLover, in questo articolo ti illustrerò attraverso 5 punti come essere un buon amante a letto. Potrai, quindi, evitare alcuni errori spesso commessi dagli uomini e che lasciano deluse tra le lenzuola molte donne.

Alla base di ogni relazione, più o meno seria che sia, tra i partner è sicuramente importante che ci sia fiducia, rispetto, un solido sentimento, ma anche una soddisfacente dose di passione. La sessualità in una coppia è importante sia per l’uomo ma anche per la donna, quindi è consigliabile che il partner maschile (ma sicuramente anche quello femminile) sappia come creare una buona intesa sessuale.

1. Come Essere Un Buon Amante a Letto: Non Avere Fretta Di Concludere I Preliminari

Molti uomini tendono a “bruciare le tappe” durante un incontro intimo a causa del forte desiderio e, quindi, non vedono l’ora di passare alla penetrazione. A causa di questa fretta i ragazzi fanno durare pochissimo il petting o, addirittura, saltano completamente il momento dei preliminari. A meno che non sia un incontro sessuale caratterizzato dalla fugacità per il contesto e il luogo in cui accade, i preliminari non vanno mai trascurati.

Questo perché:

  • I preliminari sono preparativi, cioè scaldano e preparano la donna ad un buon rapporto sessuale, quindi fanno nascere in lei il desiderio nel caso non si sia già eccitata dopo i primi baci, abbracci ecc.
  • Aumentano l’eccitazione femminile garantendo una buona lubrificazione in vista della penetrazione, evitando spiacevoli episodi di dolore.
  • Aumenta la probabilità nella donna (ma anche nell’uomo) di raggiungimento dell’orgasmo.
  • L’uomo dimostra alla donna di potersi dedicare a lei completamente, tenendo conto dell’importanza del piacere femminile e non solo del suo. I preliminari dovrebbero essere sempre reciproci per evitare l’etichetta “uomo egoista a letto” e di conseguenza “limitato, poco sciolto e poco bravo a letto”.
  • Per essere un buon amante a letto non bastano le posizioni acrobatiche come molti pensano o, addirittura, solo le dimensioni del pene: le donne guardano molto come l’uomo ci sa fare con le mani e naturalmente con la lingua (baci sulla bocca, sul collo, ecc., fino al sesso orale vero e proprio).
  • Aumentano l’intesa sessuale, la fiducia, la complicità, l’atmosfera di gioco, la fantasia ecc.
  • Rappresentano modi diversi o alternativi di sperimentare il piacere femminile, ma anche un godimento aggiuntivo pure per l’uomo e sarebbe un peccato non sfruttare la possibilità di giocare sotto le lenzuola andando subito al sodo.
  • Alcune donne riescono a raggiungere l’orgasmo solo, o più facilmente, col sesso orale.

2. Come Essere Un Buon Amante A Letto: Il Suo Piacere Prima Del Tuo

Una donna ritiene un uomo un “buon amante” nel momento in cui le fa provare piacere e, soprattutto, quando si impegna a fare ciò. Gli uomini egoisti non piacciono a nessuna donna, cioè quelli che fanno tutto quello che piace a loro senza chiedersi come possa reagire o sentirsi la propria partner. Le donne ripudiano quelli che mettono al primo posto il loro piacere e non ricambiano allo stesso modo, quelli che non si preoccupano di aspettare che la donna raggiunga l’orgasmo prima di concludere loro. Cosa dovrebbe fare un uomo, quindi, per essere un buon amante a letto e altruista?

  • Far sì che la prestazione sessuale duri il più a lungo possibile, almeno finché la donna non raggiunge il piacere.
  • Ricambiare sempre (ovviamente se lei gradisce questo tipo di pratica) il sesso orale e prendere qualche volta l’iniziativa, senza aspettare che sia una conseguenza della fellatio ricevuta.
  • Chiederle cosa le piace e le piacerebbe fare in quel momento, accogliendo i suoi desideri (se a te graditi!).

3. Come Essere Un Buon Amante A Letto: Evitare Di Lasciarla Insoddisfatta

“Come posso sempre lasciare soddisfatta una donna?” ti sarai spesso chiesto, PlayLover, vero?

  • Ovviamente, come ho spiegato anche nel punto precedente, l’ideale sarebbe far durare il rapporto sessuale abbastanza da permetterle di avere il tempo di raggiungere la gioia. L’uomo che resiste tanto è un tipo di uomo tra quelli più apprezzati a letto dalle donne.
  • Se il rapporto termina precocemente o è durato abbastanza, ma nonostante ciò la propria donna non è riuscita a raggiungere la soddisfazione completa, l’ideale sarebbe, se possibile e se ce la fai, concederti un piccolo riposo e fare il famoso “bis” che tanto fa impazzire le donne e ti farà acquisire tantissimi punti di merito. Gli uomini reputati bravissimi e di un livello superiore dalle donne sono proprio quelli che riescono con facilità ad avere più rapporti in uno stesso giorno (ovviamente di qualità), e ancor meglio se di seguito ovvero uno dopo l’altro. Perché se durare molto è una gran dote, riuscire a farlo di seguito due volte non è una dote da meno, quindi se la prima volta che fate l’amore durate molto poco, si può sempre rimediare ricominciando immediatamente o dopo poco a rifarlo.
  • Ma se non hai ancora raggiunto il livello top di resistenza sia nella durata che nel ricominciare, sappi, PlayLover, che puoi comunque essere un buon amante a letto anche usando mani e bocca per “farla venire” dopo che tu hai già eiaculato. Praticamente dovrai tornare ai preliminari orali e/o manuali fino a farla concludere.

4. Come Essere Un Buon Amante A Letto: Praticare Ciò Che Piace Ad Entrambi

Al di là dell’aspetto “quantità” dei rapporti sessuali, ovvero frequenza degli incontri intimi e durata degli stessi, l’aspetto “qualità” è sicuramente quello più importante. Il livello “bravura al top” viene raggiunto anche quando un uomo è ben capace a fare tutto ciò che lei non vedrebbe l’ora di sperimentare e ricevere a letto. Tutto questo comprende:

  • Posizioni che lei ama e preferisce, che di solito sono quelle che le consentono una stimolazione più facile del clitoride e del punto g.
  • Lasciarsi andare in luoghi, posti e situazioni intriganti per lei.
  • Farle ciò che lei ama ricevere. Come venire a saperlo? Conoscendola meglio e bene, quindi perché lo si chiede, perché ti viene detto da lei esplicitamente, perché lo capisci provandolo e vedendo una sua risposta molto positiva e capti con certezza di essere un buon amante a letto. Può essere una pratica particolare che può cambiare da donna a donna, quindi, attenzione a non prenderla per regola e a non fare mai l’errore di imparare lo schemino “Quindi a tutte le donne piace X” perché da “Eccellente amante” potresti diventare “Amante egoista che mi fa qualcosa che a me non aggrada”. Per fare un esempio: ad alcune donne la stimolazione anale fa impazzire, ad altre infastidisce e blocca terribilmente. Il dialogo è consigliato per capire ciò che davvero piace ad entrambi e per capire come essere un buon amante.
  • Essere aperti alle novità che lei propone e quindi accogliere ─ se gradite ─ le sue iniziative, le sue fantasie, i suoi desideri, le sue richieste ecc.

5. Come Essere Un Buon Amante A Letto: Saper Leggere I Suoi Segnali Di Piacere

“Ma le starà piacendo?”, “Starà godendo adesso?”, “Sto facendo bene così?”, “Sono bravo o no?” sono tutte domande che ogni uomo pensa quando sta facendo l’amore con la propria compagna, anche solo per un millesimo di secondo gli passerà per la testa. Questo accade anche ai più bravi, ma soprattutto a chi non ha rapporti sempre con la stessa donna e quindi può essere sia più incerto e insicuro, poiché un ottimo sesso è spesso quello che va a costruirsi grazie all’intesa di coppia che ovviamente si instaura col tempo e con una stessa persona.

Quindi stare insieme alla stessa donna per vario tempo e praticare sesso sempre voi due insieme è po’ come avere sempre un partner di ballo fisso, conoscere ormai bene il suo stile ed i suoi segnali. Più difficile è, invece, adattarsi ad una nuova partner e dover scoprire da capo quello che le piace, come si muove, e ricreare, quindi, una nuova complicità.

Essere un buon amante a letto presuppone, perciò, il riuscire a captare i suoi segnali di piacere, come?

  • Ascoltando i suoi gemiti e i suoi sospiri
  • Ascoltando le sue parole di approvazione e incoraggiamento o il contrario
  • Osservare il suo sguardo
  • Osservare i suoi movimenti

Una volta capito che la propria partner sta provando molto piacere non si dovrebbe mai cambiare quello che si sta facendo ma continuare per quella direzione, salvo volontà di entrambi di voler provare altre cose ugualmente piacevoli. In linea di massima sarebbe buono continuare per un po’ quel tipo di movimento, quella posizione, quella pratica/attività che tanto sta facendo godere la donna in quel momento per essere un buon amante a letto.

Eccoci arrivati alla conclusione dell’articolo. PlayLover, leggendo questo mio excursus avrai ben capito e appreso il concetto che per una sessualità appagante è importante sia la quantità che la qualità nei rapporti intimi. Le donne spesso pretendono tanto e gli uomini possono sentirsi sotto giudizio fino a soffrire di ansia da prestazione, anche a causa di brutte esperienze che li hanno segnati. Tutto ciò è superabile con un buon lavoro su se stessi e sulla coppia. Se vorrai, io ti potrò ascoltare e consigliare in maniera individuale.

Nel sesso gli ingredienti fondamentali sono sicuramente il rispetto reciproco, la complicità e la fantasia, ma anche una buona autostima! Caro PlayLover, spero che il mio articolo per capire come essere un buon amante a letto sia stato utile per evitare di commettere certi errori con la tua partner e per provare a migliorarti sempre di più.

Per qualsiasi perplessità, commento o domanda, sono a tua disposizione.
Al prossimo articolo,
Giulia

Commenti

commenti